LE VIE DEI TESORI - Palermo 2 ottobre - 1 novembre 2015 IX edizione

LE VIE DEI TESORI - Palermo 2 ottobre - 1 novembre 2015 IX edizione

Anche per il 2015 la Soprintendenza Archivistica della Sicilia - Archivio di Stato di Palermo partecipa al progetto “LE VIE DEI TESORI”, l'iniziativa promossa dall’Università degli Studi di Palermo e giunta ormai al IX anno consecutivo, con l’allestimento di due mostre, dislocate nelle due sedi, "Catena" e "Gancia", entrambe legate al tema dell’alimentazione.

La prima, predisposta nella sede della Catena in via Vittorio Emanuele 31, dal titolo "I luoghi del cibo. Palermo, secc. XIX-XX", è incentrata sulla rappresentazione documentale degli spazi cittadini dove il cibo si vendeva e si acquistava, si esponeva, si esaltava, si produceva o, semplicemente, si consumava. Si tratta in massima parte di disegni tecnici e documentazione grafica di botteghe alimentari, tra cui macellerie e"salsamenterie", mercati del pesce e della "foglia", come il progetto, a firma di Giuseppe Damiani Almeyda, del mercato “del pesce” presso Porta S. Giorgio, l'attuale piazza XIII Vittime, che, realizzato dall’architetto, andò totalmente distrutto da un incendio nel 1889. Vi sono anche disegni progettuali di antiche gelaterie e pasticcerie, le offelerie, i chioschetti, i caffè all'aperto, come il Caffè del Teatro Massimo, su progetto di Ernesto Basile, oltre a progetti di ristoranti, due dei quali commissionati, nel secondo dopoguerra, dalla “Pontificia Commissione Assistenza Profughi della Curia”, per dare l’opportunità anche ai meno abbienti di concedersi a poco prezzo il “lusso” di pranzare al ristorante. I documenti, risalenti all’800 e al 900, provengono dall’Archivio storico comunale di Palermo e dagli archivi privati della famiglia Damiani-Mancinelli Fundarò, dell’architetto Luigi Epifanio e dell’ingegnere Giorgio Fernandez, nonchè dall’archivio dell’architetto Giuseppe Spatrisano, di proprietà della Fondazione per l’arte e la cultura “Lauro Chiazzese”.

Si è voluto inoltre dare testimonianza del luogo palermitano per eccellenza legato al cibo, la Vucciria, con una terna di documenti, del XVIII secolo, conservati nell’Archivio di Stato di Palermo, che rappresentano, anche graficamente, la piazza del mercato, resa celebre da Guttuso.

 

Presso la sede della "Gancia" è invece allestita la mostra " Vermicelli e maccaruni", un percorso rappresentativo delle tradizioni e degli usi gastronomici in Sicilia, dal Medioevo alla metà del XIX secolo, attraverso numerose e significative testimonianze documentarie, a cominciare dalle concessioni da parte dei sovrani di forniture di vettovaglie in favore di ordini religiosi, tra cui il Monastero di San Martino delle Scale, cui Federico III, nel 1364, assegnava 24 botticelle di tonno ogni anno; note per gli acquisti di viveri da parte di conventi, cenobi o famiglie nobili; relazioni sull'esportazione di derrate alimentari dai principali caricatori della Sicilia, tra cui quella divermicelli, sepi, simula e maccarruni dal caricatore di Trapani; un libro di cibarie dell'infermeria del Convento di San Francesco di Paola; il memoriale della Madre Superiora del Monastero del San Salvatore di Palermo, in cui si trovano liste di pranzi consumati in occasione di feste religiose; documenti relativi alla produzione della manna nel territorio di Castelbuono; disegni e piante di luoghi legati al cibo; progetti di apparecchi per la lavorazione degli alimenti e tanto altro ancora, a raccontare il nostro passato attraverso l'alimentazione e la vita quotidiana.

 

“I luoghi del cibo, Palermo XIX-XX secolo”
Soprintendenza Archivistica - Archivio di Stato
sede Catena, corso Vittorio Emanuele, 31

“Vermicelli e maccaruni”
Soprintendenza Archivistica - Archivio di Stato
sede Gancia, primo cortile della Gancia

Apertura
Dal 2 ottobre al 1° novembre:
venerdì dalle 15 alle 19
sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19
domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19

Partecipazione
ingresso libero

Luogo
Soprintendenza Archivistica - Archivio di Stato – sedi Catena e Gancia

Copyright © 2017 Archivio di Stato di Palermo | Codice IPA: 9DFQIL | Codice Fiscale: 80033190820

Scroll To Top